Corruzione elettorale, condannato a due anni il vice presidente del consiglio comunale di Catania Riccardo Pellegrino

di gds.it - 3 mesi fa

Il vicepresidente del Consiglio Comunale di Catania, Riccardo Pellegrino è stato condannato a due anni di reclusione, pena sospesa, per corruzione elettorale. La sentenza, che lo ha assolto da due dei cinque capi d’imputazione che erano contestati, è stata emessa dalla quarta sezione monocratica del Tribunale a conclusione del processo su indagini della Dia…

Leggi questa notizia

Condividi su

Disclaimer - Il post dal titolo: «Corruzione elettorale, condannato a due anni il vice presidente del consiglio comunale di Catania Riccardo Pellegrino è apparso 3 mesi fa sul quotidiano online gds.it».


Ultima Ora

8 minuti fa

Il serpentone di ragazzi è partito dal teatro Massimo per raggiungere Palazzo Comitini (nella foto) PALERMO – Un colorato e pacifico corteo di studenti degli istituti palermitani per manifestare solidarietà dopo gli scontri di Pisa e Firenze dei giorni scorsi. Sono qualche migliaio i giovani studenti che hanno percorso la via Maqueda, nel cuore…

9 minuti fa

Pizzo, minacce, appalti. Azzerato il mandamento mafioso di Trabia, in provincia di Palermo, con 19 arresti in tutta la provincia palermitana. I reati contestati Le indagini hanno fatto emergere un grave quadro indiziario in ordine ai reati di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento seguito da incendio, lesioni personali, minacce, incendio, detenzione e porto illegale di armi…

9 minuti fa

“Il sindaco Roberto Lagalla nella settimana dell’8 marzo e mentre il Pd celebra la Conferenza nazionale delle democratiche aperta anche alle non iscritte al Partito, con l’ennesima sostituzione in Giunta di una donna con un uomo, tradisce il principio costituzionale e civile di pari opportunità fra i generi riducendo a soli due componenti su 12…

9 minuti fa

Assestato un colpo al mandamento mafioso di Trabia. Blitz all’alba dei carabinieri che hanno eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare con cui il gip ha disposto il carcere per 19 dei 32 indagati dalla Direzione distrettuale antimafia. Ecco chi sono le persone portate in cella con le accuse, a vario titolo, dei reati…