Sulla sedia a rotelle chiede abbracci gratis in pieno centro a Palermo, come hanno risposto i palermitani – IL VIDEO

L’esperimento sociale ha visto come protagonista Mattia Vernengo, un ragazzo palermitano in sedia a rotelle che ha deciso di scendere per le strade del centro di Palermo e chiedere abbracci gratis ai passanti. Un gesto semplice e allo stesso tempo ricco di significato, in grado di abbattere i muri del pregiudizio, diffondendo amore e serenità. Come avranno risposto i palermitani? Vi riportiamo al video... Guarda!

Leggi Tutto

di mondopalermo.it - 1 anno fa

L’esperimento sociale ha visto come protagonista Mattia Vernengo, un ragazzo palermitano in sedia a rotelle che ha deciso di scendere per le strade del centro di Palermo e chiedere abbracci gratis ai passanti. Un gesto semplice e allo stesso tempo ricco di significato, in grado di abbattere i muri del pregiudizio, diffondendo amore e serenità. Come avranno risposto i palermitani? Vi riportiamo al video… Guarda!

Condividi su

Disclaimer - Il post dal titolo: «Sulla sedia a rotelle chiede abbracci gratis in pieno centro a Palermo, come hanno risposto i palermitani – IL VIDEO è apparso 1 anno fa sul quotidiano online mondopalermo.it».


Ultima Ora

1 secondo fa

Non si conoscono al momento le cause che stanotte, intorno all’una, hanno mandato in fiamme alcuni box in lamiera nel quartiere Brancaccio di Palermo. I vigili del fuoco, allertati dai residenti, sono intervenute con diverse squadre del comando provinciale di Palermo, in vicolo Chiazzese. L’incendio si è propagato tra le lamiere e ha bruciato materiale […]

5 minuti fa

]]> Diversi box sono andati in fiamme la scorsa notte nel quartiere Brancaccio a Palermo. I vigili del fuoco sono intervenuti in vicolo Chiazzese a due passi da via Conte Federico per spegnere l’incendio che ha avvolto i magazzini in lamiera utilizzati come ripostiglio di materiali vari. Le operazioni di spegnimento sono andate avanti…

11 minuti fa

L’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” si sofferma su Euro 2024 e le regole ferree di Spalletti. «Niente teste di cazzo» disse Spalletti il 9 ottobre a Coverciano, e non era una volgarità gratuita ma la citazione dal celebre libro di James Kerr dedicato all’etica del lavoro degli All Blacks. Il c.t. voleva…